News

Visite: 508

logo aspidi prova3Un’importante novità, non solo sotto il profilo dell’innovazione tecnologica ma anche della qualità dell’ambiente e quindi del benessere delle comunità interessate, è quella rappresentata dal Progetto ASPIDI (Sistema Automatico Supportato dalla Popolazione per Identificazione dei Disagi da Immissioni Olfattive). Dopo la prima fase di attuazione del progetto presso l’impianto di depurazione di Monopoli, il “naso elettronico” proseguirà la sua sperimentazione e sarà installato a Polignano a Mare dal mese di maggio.
Il “naso elettronico”, con gli obiettivi di ricerca e i metodi sperimentali che lo caratterizzano, è stato anche oggetto a novembre 2020 del primo di un ciclo di workshop a cui hanno partecipato oltre ai referenti del progetto, i portatori di interesse sul territorio: Autorità Idrica Pugliese, Università di Bari - Dipartimento di Chimica, Ordine degli Ingegneri, Acquedotto Pugliese, Arpa Puglia, Dipartimento Risorse Idriche Regione Puglia, oltre ovviamente alle società T&A Tecnologia e Lab Service Analitica, sviluppatrici della sofisticata apparecchiatura.

Ammesso al finanziamento del Bando Innolabs della Regione Puglia, Asse “Ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione”, azione “Promozione di nuovi mercati per l’innovazione”, ASPIDI rappresenta una significativa novità sotto il profilo della “gestione ambientale” degli impianti di depurazione e del dialogo costante con i cittadini che potranno conoscere minuto per minuto il livello di qualità dell’aria che respirano. Il progetto, nel rispondere all’esigenza manifestata dall’Autorità Idrica Pugliese (quale Ente rappresentativo di tutti i Comuni appartenenti all’Ambito Territoriale Ottimale) di disporre di sistemi di monitoraggio e controllo real-time delle emissioni odorigene derivanti dagli impianti di depurazione, intende sviluppare un prototipo di naso elettronico, tarato per gli impianti di depurazione, in grado di rilevare gli odori molesti ed inviare la segnalazione real-time ad un database che aggiornerà una piattaforma web-gis di facile accesso da parte dei cittadini.
L’esito dell’attività consentirà di rappresentare al gestore e ad AIP, in maniera documentata ed inequivocabile, gli impatti che hanno ecceduto, per quantità e durata, le soglie oltre le quali è obbligatorio introdurre dei correttivi in grado di eliminare le emissioni odorigene.
Il 25 marzo scorso si è tenuta una riunione di aggiornamento del comitato tecnico di progetto in cui sono stati presentati i risultati analitici ottenuti dal naso installato ed addestrato sul depuratore di Monopoli e, attesa la prossima ultimazione delle attività su Monopoli, si è convenuto di calendarizzare l’avvio delle attività sul depuratore di Polignano a Mare. Nel Comune, per le finalità del progetto, a maggio 2021, è prevista anche l’attivazione di una piattaforma libera di segnalazione delle molestie olfattive.
I dati acquisiti verranno successivamente elaborati con i dati meteoclimatici rilevati e confrontati con i dati delle emissioni acquisiti in tempo reale dai dispositivi di misurazione posizionati a confine impianto (Sistemi IOMS).
L’ultima tappa della fase di sperimentazione del “naso elettronico” riguarderà infine l’impianto di depurazione presso la città di Putignano.
Tutti i dettagli di ASPIDI e del suo innovativo progetto sono sempre facilmente consultabili al link www.progettoaspidi.com.

Link utili

Torna su