News Visite: 976

FOTO TONI MAT 1Il Consiglio Direttivo dell’Autorità Idrica Pugliese, convocato in modalità videoconferenza, in ossequio alle misure adottate in seguito all’emergenza Covid-19, ha eletto quale nuovo presidente dell’Ente il sindaco di Mesagne, Antonio Matarrelli. Vicepresidente è stato nominato il sindaco di San Marco in Lamis, Michele Merla.
Il Consiglio Direttivo, organo di indirizzo e programmazione dell'AIP, dopo la costituzione dei nuovi eletti da parte dell’Assemblea dei sindaci pugliesi, risulta attualmente composto da Antonio Decaro, sindaco di Bari; Carlo Salvemini, sindaco di Lecce; Antonio Matarrelli, sindaco di Mesagne; Michele Merla, sindaco di San Marco in Lamis, e da Gaetano Tufariello, commissario prefettizio del Comune di Andria. Ha partecipato con funzione consultiva alla riunione del Consiglio Direttivo, come previsto dalla legge istitutiva dell’AIP, anche l’assessore regionale alle Risorse idriche e Tutela delle acque, Giovanni Giannini.

News Visite: 1091

L’Autorità Idrica Pugliese, attraverso la determinazione n. 93 del 26/05/2020, ha dato il via libera a 54 studi tecnico-economici concernenti degli estendimenti idrico-fognari, redatti da Aqp, relativi ad interventi già approvati con precedenti deliberazioni del Consiglio Direttivo dell’AIP.
Tali progettazioni, a seguito delle necessarie verifiche sulla loro fattibilità tecnica, nascono dalla rappresentazione di un quadro, descritto e segnalato direttamente dalle Amministrazioni Comunali, utile al miglioramento dell’infrastrutturazione idrica e fognaria, nonché dell’aspetto igienico-sanitario e del grado di copertura del servizio idrico e/o fognario degli immobili prospicienti le vie oggetto degli interventi. 

News Visite: 153

Si comunica che venerdì 8 maggio, in occasione della festività dedicata a San Nicola Patrono della città di Bari, gli uffici dell'Autorità Idrica Pugliese resteranno chiusi e, pertanto, i dipendenti non risulteranno reperibili ai contatti telefonici indicati sul sito istituzionale.


News Visite: 932

ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) ha prorogato al 17 maggio - per i soli clienti domestici - i provvedimenti con i quali aveva già stabilito il blocco delle procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua.
Coerentemente con le rinnovate misure governative di contenimento dell'epidemia da COVID-19 e a seguito dei primi risultati del proprio monitoraggio sui potenziali impatti finanziari delle misure introdotte sui diversi settori, l'Autorità ritiene opportuno continuare ad assicurare la tutela dei clienti e degli utenti domestici, in modo proporzionato e adeguato a garantire anche la necessaria sostenibilità finanziaria degli interventi per tutta la filiera dell'energia e dell'ambiente.
Il provvedimento di proroga, quindi, conferma il blocco dei procedimenti di morosità fino al 17 Maggio 2020, per tutti i clienti domestici dell'energia elettrica e per i clienti domestici gas con consumi non superiori a 200.000 Smc/anno. Per il settore idrico il provvedimento è ugualmente valido per tutte le utenze domestiche.

News Visite: 1027

Coerentemente con l'ultimo decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) ha prorogato al 3 maggio i provvedimenti con i quali aveva definito nelle scorse settimane il blocco delle procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua.
Il provvedimento di proroga conferma il blocco dei procedimenti di morosità fino al 3 maggio 2020, per i clienti bassa tensione dell'energia elettrica, i clienti domestici del gas nonché per i non domestici purché con consumo non superiore a 200.000 Smc/anno. Per il settore idrico il provvedimento fa riferimento a tutte le tipologie di utenze domestiche e non domestiche, quindi sia per famiglie che per imprese.

News Visite: 131

Si informano gli utenti e gli enti interessati che l’art. 37 del decreto legge n. 23 dell'8 aprile 2020, entrato in vigore giovedì 9 aprile, ha prorogato al 15 maggio 2020 la sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi e disciplinari, disponendo che “Il termine del 15 aprile 2020 previsto dai commi 1 e 5 dell'articolo 103 del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, è prorogato al 15 maggio 2020”. In sostanza, viene prorogata al 15 maggio 2020 la sospensione dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, endoprocedimentali, finali ed esecutivi, relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi su istanza di parte o d’ufficio, già disposta sino al 15 aprile.

Link utili

Torna su