Visite: 143

I livelli dei servizi che devono garantire i gestori sono regolamentati da due principali strumenti, previsti dalle Convenzioni di affidamento del servizio idrico integrato e che costituiscono parte integrante dei contratti con gli utenti: il Regolamento di fornitura del servizio di acquedotto, fognatura e depurazione e la Carta del servizio.
A seguito della normativa in materia di seguito riportata, a partire dal 2016 è stata adeguata la Carta del Servizio del Gestore AQP Spa:

• Delibera 655/15/R/idr: “Regolazione della qualità contrattuale del servizio idrico integrato ovvero di ciascuno dei singoli servizi che lo compongono” (RQSII).

• Delibera 664/15/R/idr: “Approvazione del metodo tariffario idrico per il secondo periodo regolatorio MTI – 2”.

• Delibera 217/16/R/Idr “Avvio di procedimento per la valutazione di istanze in materia di qualità contrattuale e integrazione della RQSII”.

• Delibera 218/16/R/Idr “Regolazione del servizio di misura nell’ambito del servizio idrico integrato a livello nazionale” (TIMSII).

• Delibera 917/2017/R/idr “Regolazione della qualità tecnica del servizio idrico integrato” (RQTII).

L’ultimo aggiornamento della Carta del servizio da parte dell’Autorità Idrica Pugliese è stato effettuato nel corso del 2018 per adeguare le stesse agli standard specifici previsti dalla regolazione della qualità tecnica e dei relativi indennizzi automatici.
In data 16 luglio 2019, con delibera 311/2019/R/idr, ARERA ha approvato la regolazione della morosità nel servizio idrico integrato (REMSI), delibera conclusiva di un procedimento iniziato a partire dal 2013.
In particolare, con delibera 87/2013/R/idr, ARERA aveva avviato un procedimento per la regolazione della morosità e delle conseguenti clausole contrattuali obbligatorie e aveva approvato disposizioni urgenti in tema di utenze non disalimentabili del servizio idrico integrato. Tale provvedimento era stato poi integrato con successiva delibera 638/2016/R/idr.
Successivamente, l’art. 61 della L. 221/15 (Collegato ambientale alla legge di stabilità 2014), ed il successivo D.P.C.M. 29 agosto 2016 hanno disposto che ARERA adottasse “direttive per il contenimento della morosità degli utenti del servizio idrico integrato”. Le suddette direttive dovevano prevedere la garanzia del “quantitativo minimo vitale di acqua necessario al soddisfacimento dei bisogni fondamentali di fornitura per gli utenti morosi” ed individuare, in coerenza con gli altri settori regolati, le utenze domestiche residenti non disalimentabili per documentato stato di disagio economico-sociale (cui garantire in ogni caso il quantitativo minimo vitale di 50 litri abitante giorno) e le utenze non disalimentabili relative ad attività di servizio pubblico, oltre a definire le procedure di messa in mora dell'utente e di recupero del credito.
ARERA con delibera 603/2017/R/idr “Direttive per l’adozione di procedure per il contenimento della morosità nel servizio idrico integrato. Inquadramento generale e primi orientamenti” aveva avviato una consultazione al riguardo.
A conclusione dell’iter normativo nazionale, ARERA ha quindi disciplinato con deliberazione 311/2019/R/idr la regolazione della morosità nel servizio idrico integrato (REMSII), indicando procedure per la gestione della morosità e introducendo nuovi indennizzi che devono essere recepiti nelle Carte dei Servizi e nei Regolamenti, stabilendo altresì che la nuova disciplina trovi applicazione dal 1 gennaio 2020.
Nel corso dei mesi di ottobre e novembre, l’Autorità Idrica Pugliese ha fornito gli indirizzi generali per il recepimento della nuova disciplina della morosità delineata da ARERA, propedeutici alla definizione delle modifiche da apportare alla Carta del servizio vigente per il Gestore operante sul territorio dell’AIP.
Di conseguenza, gli uffici dell’Autorità Idrica Pugliese si sono prontamente attivati, aggiornando la Carta del Servizio di AQP modificandola come specificato nel documento allegato (Carta del Servizio Idrico Integrato Gennaio 2020).
L’Autorità Idrica Pugliese ha inviato una bozza di Carta del servizio aggiornata contenente il recepimento del REMSII al Gestore e il gestore Acquedotto pugliese spa ha inviato la sua proposta di Carta che è stata assunta con ns. prot. 5749/19 del 20 dicembre c.a.
Le modifiche apportate sono da riferirsi essenzialmente al recepimento delle ultime disposizioni impartite da ARERA e a seguito della verifica, gli uffici dell’Autorità esprimono parere favorevole all’aggiornamento della nuova Carta del Servizio.

CARTA DEI SERVIZI

 

 

Link utili

  • Depurazione
  • Monitoraggio
  • osservatorio
  • Bonus
  • Kometa
torna all'inizio del contenuto