Un nuovo open day si è svolto lunedì 18 novembre presso l’impianto di depurazione di Trinitapoli (BT), nell’ambito del progetto H2Oro. In buone acque che esplora il tema dell’acqua con un approccio ludico-scientifico. L’iniziativa è realizzata da Legambiente Puglia, Acquedotto Pugliese e Autorità Idrica Pugliese, per sensibilizzare cittadini e studenti sull’importanza di una corretta depurazione e sulla necessità di preservare le risorse idriche. Hanno partecipato all’open day Simeone di Cagno Abbrescia, presidente di Acquedotto Pugliese, Francesco Di Feo, sindaco di Trinitapoli, Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia e Roberta Rana per l'Autorità Idrica Pugliese.
L’impianto al servizio dell’agglomerato di Trinitapoli, interessato da lavori di potenziamento per un importo pari a circa € 1.800.000,00, è caratterizzato dal trattamento del tipo biologico nitro-denitro, sedimentazione finale, filtrazione e digestione aerobica dei fanghi. I lavori, ultimati nel 2014, hanno previsto il potenziamento funzionale ed impiantistico dell’impianto al fine di portate la capacità di trattamento dello stesso da 11.600 AE a 21.024 AE, con scarico conforme a quanto previsto dalle tabelle 1 e 2 dell’All. 5 al D.Lgs. 152/2006 e recapito finale nel canale Cinque Metri, che confluisce a sua volta nel lago Salpi.

Con riferimento alla Legge Regionale n. 41 del 09/08/2019 recante "Misure per l’estensione delle reti idriche e fognarie”, il Consiglio Direttivo dell’Autorità Idrica Pugliese ha approvato, con la Deliberazione n. 52 del 21/10/2019, le metodologie attuative al fine di una necessaria armonizzazione con le procedure relative alle istanze di riperimetrazione, introducendo criteri di valutazione finalizzati, in ossequio agli articolati legislativi regionali, a dare indirizzi operativi agli Uffici deputati all’istruttoria.
Con tale deliberazione dell’AIP viene anche approvata la scheda riepilogativa di tutte le informazioni - che le Amministrazioni comunali o lo stesso Soggetto Gestore dovranno inviare unitamente all’istanza di cui all’art. 1 della Legge regionale in questione - necessarie all’espletamento dell’istruttoria da parte degli Uffici dell’Autorità.

Continuano gli open day sui depuratori di Puglia nell’ambito di H2Oro. In buone acque, il progetto didattico di Legambiente Puglia, Acquedotto Pugliese ed Autorità Idrica Pugliese, mirato a sensibilizzare cittadini e studenti sull’importanza di una corretta depurazione, del riuso e del risparmio idrico. All’open day sul depuratore di Monopoli è seguita la tappa di Casamassima per inaugurare il nuovo impianto di depurazione e il relativo recapito finale.
L’evento si è svolto alla presenza di Simeone di Cagno Abbrescia, presidente di Acquedotto Pugliese, Nicola De Sanctis, amministratore delegato di Acquedotto Pugliese, Vito Colucci, direttore generale di Autorità Idrica Pugliese, Giovanni Giannini, assessore alle Risorse idriche e tutela delle acque della Regione Puglia, Giuseppe Nitti, sindaco di Casamassima, e di Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia.

Seconda tappa di H2Oro. In buone acque, il progetto di Legambiente Puglia, Autorità Idrica Pugliese ed Acquedotto Pugliese, che esplora e racconta il tema dell’acqua nelle sue proprietà e nei suoi numerosi usi, per sensibilizzare cittadini e studenti sull’importanza della depurazione, del riuso e del risparmio idrico. Dopo la tappa all’impianto di depurazione di Ruvo di Puglia-Terlizzi, ieri l’open day sul depuratore di Monopoli, in occasione del completamento dei lavori di potenziamento dell’impianto a servizio dell’abitato di Monopoli, delle frazioni di Capitolo-Torre Cintola, Garappa e Santo Stefano e delle Contrade Torre D’Orta e Corvino. Le acque depurate attualmente sono immesse nel Mare Adriatico tramite rilascio in battigia.

Link utili

  • Depurazione
  • Monitoraggio
  • osservatorio
  • Bonus
  • Kometa
torna all'inizio del contenuto