calendario2      Si comunica che il Consiglio Direttivo dell'AIP è convocato in data 31 gennaio alle ore 12.00 presso la sede dell'Autorità in viale Borsellino e Falcone n.2.

pdf buttonOrdine del giorno

 

La legge 6 novembre 2012, n 190 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione” e ssmm prevede che ogni Amministrazione Pubblica aggiorni e predisponga un Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione (P.T.P.C.), che comprenda anche il Piano Triennale per la Trasparenza;

L'AIP, nell’ambito delle iniziative e delle attività condotte in materia di trasparenza e d’interventi per la prevenzione ed il contrasto della corruzione, su proposta del Responsabile Anticorruzione, deve aggiornare e approvare entro il 31 gennaio 2020 il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione (PTPC) 2020-2022;

Sul sito dell’ANAC è stata pubblicata la delibera n. 1964 del 13 Novembre 2019 Aggiornamento al Piano Nazionale Anticorruzione (PNA) che, ricordiamo, costituisce atto di indirizzo per le pubbliche amministrazioni e per gli altri soggetti tenuti all’applicazione della normativa, il documento può essere consultato al seguente link

L’AIP, in linea con quanto raccomandato dall’Autorità Nazionale Anticorruzione (A.N.A.C.), intende raccogliere proposte e/o osservazioni di cittadini e associazioni, finalizzate ad una migliore impostazione e realizzazione del processo di gestione del rischio e ad un’efficace individuazione delle misure di prevenzione della corruzione. Tutto ciò premesso

SI INVITANO

tutti i soggetti interessati, (persone fisiche, giuridiche, associazioni) a trasmettere osservazioni e/o proposte, che l’Ente valuterà in sede di aggiornamento prima dell’approvazione definitiva del Piano Triennale Anticorruzione 2020-2022;

i cittadini e le organizzazioni portatrici di interessi collettivi a presentare eventuali proposte e/o osservazioni partendo dal Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione e Trasparenza del 2019-2021 – approvato con Deliberazione del Consiglio Direttivo  n. 2 del 30.01.2019 e pubblicato sul sito istituzionale nella sezione “Amministrazione Trasparente” sottosezione “Altri contenuti - Prevenzione della corruzione”.

Le proposte e/o osservazioni devono essere indirizzate al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, come da modello allegato al presente avviso e depositate entro le ore 12.00 del 27 Gennaio 2020 avvalendosi di una delle seguenti modalità:

posta elettronica certificata all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
presentazione diretta all’ufficio Segreteria (negli orari di apertura al pubblico);
Il presente avviso viene pubblicato nella home page del sito web.

 

Documenti allegati: 

pdf button Nota Avviso Pubblico;

pdf button Modulo osservazioni stakeholders;

I livelli dei servizi che devono garantire i gestori sono regolamentati da due principali strumenti, previsti dalle Convenzioni di affidamento del servizio idrico integrato e che costituiscono parte integrante dei contratti con gli utenti: il Regolamento di fornitura del servizio di acquedotto, fognatura e depurazione e la Carta del servizio.
A seguito della normativa in materia di seguito riportata, a partire dal 2016 è stata adeguata la Carta del Servizio del Gestore AQP Spa:

• Delibera 655/15/R/idr: “Regolazione della qualità contrattuale del servizio idrico integrato ovvero di ciascuno dei singoli servizi che lo compongono” (RQSII).

• Delibera 664/15/R/idr: “Approvazione del metodo tariffario idrico per il secondo periodo regolatorio MTI – 2”.

• Delibera 217/16/R/Idr “Avvio di procedimento per la valutazione di istanze in materia di qualità contrattuale e integrazione della RQSII”.

• Delibera 218/16/R/Idr “Regolazione del servizio di misura nell’ambito del servizio idrico integrato a livello nazionale” (TIMSII).

• Delibera 917/2017/R/idr “Regolazione della qualità tecnica del servizio idrico integrato” (RQTII).

Dopo la chiusura della conferenza di servizi indetta dall’Autorità Idrica Pugliese in merito alla progettazione “Opere di completamento della rete idrica e fognaria finalizzate al superamento delle procedure di infrazione nell’abitato di Taviano”, è giunto ora, attraverso la pubblicazione della determina della Direzione Generale, anche il via libera alla progettazione esecutiva e, quindi, alla realizzazione delle opere previste.
L’intervento è stato dapprima inserito nel Piano degli Investimenti AQP 2016 – 2019 a seguito della Delibera AIP n.20 del 23/06/2016 e, successivamente, riconfermato con una nuova Deliberazione da parte del Consiglio Direttivo dell’AIP del giugno 2018. In ultimo, nel corso della seduta del tavolo negoziale tenutasi presso la Regione Puglia, avente ad oggetto l’approvazione della Proposta di Rimodulazione degli Interventi afferenti il POR PUGLIA 2014-2020, veniva confermato tra quelli ammessi al cofinanziamento pubblico/privato.

Link utili

  • Depurazione
  • Monitoraggio
  • osservatorio
  • Bonus
  • Kometa
torna all'inizio del contenuto