per la formazione di una graduatoria alla quale attingere per l'assunzione di n. 4 ingegneri esperti in materia di servizio idrico integrato con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato di un anno, categoria D, posizione economica D1, da impiegare nel settore tecnico dell'Autorità Idrica Pugliese".

 

Consulta il bando in Amministrazione Trasparente >>

patu aA seguito della conferenza di servizi, indetta dall’Autorità Idrica Pugliese tramite il Servizio III Reti di Distribuzione Idrica e Reti di Fognature Urbane, si è addivenuti all’approvazione definitiva del progetto inerente il completamento del servizio idrico e fognante nel comune di Patù. Obiettivo della progettazione al centro della conferenza di servizi, per una spesa complessiva di 6.300.00,00 euro (di cui il 75% a valere su risorse comunitarie), era l’incremento dell’indice di copertura del servizio fognario rispetto a quello idrico fino al valore pari al 98%. Oltre 10 km di rete idrica e rete fognaria andranno, così, a garantire il servizio a zone attualmente non servite.

Chiusa la conferenza di servizi, indetta dall’Autorità Idrica Pugliese tramite il Servizio III Reti di Distribuzione Idrica e Reti di Fognature Urbane, è stato dato il via libera all’estendimento fognario nella frazione di Monticelli (Ostuni) mediante la realizzazione di condotte fognarie e di una stazione di sollevamento.
Nella fattispecie è pari ad oltre 1 km l’ampliamento nella rete fognaria, di cui 650 metri con condotte a gravità e 515 metri con condotta permanente. Quindi è previsto in progettazione anche un impianto di sollevamento chiuso e compatto dei reflui provenienti dal consorzio Monticelli e da altre abitazioni esterne. Per ciò che concerne, invece, la rete idrica è in programma la realizzazione di condotte per una lunghezza complessiva di circa 780 metri. L’importo relativo a tale progettazione, stante il quadro economico, è pari a 1.780.00,00 euro.

In data 28 giugno è stato sottoscritto, presso il Salone di Rappresentanza della Provincia di Brindisi, il “Documento di Intenti-Contratto di Fiume/Canale Reale”, alla presenza dell’Assessore regionale Giovanni Giannini e degli altri soggetti interessati, tra cui l’Autorità Idrica Pugliese attraverso la firma del Direttore Generale ing. Vito Colucci.
Obiettivo dare attuazione al processo di pianificazione e tutela di un importante ricettore per il territorio brindisino, quale è appunto il Canale Reale, attraverso uno strumento di programmazione negoziata e partecipata, promosso dalla Regione Puglia, avente il fine di riqualificare i territori di quel bacino idrografico con interventi multisettoriali e con il coinvolgimento su base volontaria di tutti gli enti istituzionali e soggetti privati insistenti su quella zona.

Link utili

  • Depurazione
  • Monitoraggio
  • osservatorio
  • Bonus
  • Kometa
torna all'inizio del contenuto